Iscriviti alla Newsletter Predari Vetri per ricevere le ultime novità direttamente nella tua casella di posta:
ISCRIVITI ORA

Aggiornata la normativa per l’efficienza energetica degli edifici in Lombardia

06-02-2017

La Lombardia, con decreto regionale n.176 del 12 gennaio 2017, ha aggiornato la disciplina per l'efficienza e l’attestato di prestazione energetica, degli edifici, con l'obiettivo di proporre un "testo unico", in sostituzione delle disposizioni approvate con decreti regionali n. 6480 del 30.7.2015 e n° 224/2016.

Le disposizioni approvate, che definiscono i requisiti minimi di efficienza energetica degli edifici, sono finalizzate ad attuare il risparmio energetico, l’uso razionale dell’energia e l’uso delle fonti energetiche rinnovabili negli edifici, in conformità ai principi fondamentali fissati dalla Direttiva europea 2010/31/EU del 19 maggio 2010 e dal Decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 e s.m.i., nonché alle disposizioni attuative approvate con DGR del 17/7/2015 N.3868.

Le disposizioni del provvedimento si applicano a tutte le categorie di edifici, ai fini del contenimento dei consumi energetici e della riduzione delle emissioni inquinanti.

Gli aggiornamenti previsti dalla nuova disciplica sull’ APE e sull’'efficienza energetica degli edifici tengono in considerazione gli aggiornamenti pubblicati dal CTI sulle parti 4 e 6 della serie di specifiche tecniche UNI/TS 11300.
 
La prestazione energetica degli edifici che è determinata sulla base della quantità di energia necessaria annualmente per soddisfare le esigenze legate a un uso standard dell’edificio e corrisponde al fabbisogno energetico annuale globale in energia primaria per la climatizzazione invernale, la climatizzazione estiva, per la ventilazione, per la produzione di acqua calda sanitaria e, nel settore non residenziale, per l’illuminazione, gli impianti ascensori e le scale mobili, dovrà essere redatta secondo la metodologia di calcolo prevista all’Allegato H.
 
Il decreto è corredato da 8 allegati:
A. Definizioni
B. Descrizione dell’edificio di riferimento e parametri di verifica
C. Relazione tecnica
D. Attestato di prestazione energetica
E. Targa energetica
F. Titoli di studio del Soggetto certificatore
G. Annunci commerciali
H. Metodologia di calcolo

Va considerato che la norma prevede coefficienti di trasmittanza termica più severi per i serramenti, rispetto quelli disciplinati a livello nazionale per l’accesso alle detrazioni del 65% per la riqualificazione energetica, anticipando i limiti di trasmittanza previsti per il 2021. I cittadini della regione Lombardia anche per gli interventi di sostituzione dei serramenti che si configurano in riqualificazione energetica, dovranno orientare la domanda verso prodotti più performanti  idonei a soddisfare le migliori prestazioni richieste, come già avviene per le nuove costruzioni.
 

Seguici su Facebook | © 2021 Predari Vetri | P.IVA: 01901770204 | Privacy Policy
by Shots